Complimenti, signor Ministro [flash]


Oggi, al termine di un percorso a tappe forzate, la riforma dell’università italiana è diventata legge dello Stato. Dopo la proclamazione Mariastella Gelmini, la titolare di tale provedimento, ha ricevuto le congratulazioni di alcuni membri del Parlamento. Strette di mano e mani sulle spalle, a replicare gesti che in altri ambienti ed in altre occasioni accompagnano il superamento di dure prove, di esami difficili, di eventi che in modo personale o collettivo migliorano in qualche modo il mondo.

In questo caso, per cosa ci dovremmo congratulare con lei, signor Ministro? Per l’informazione prima negata e poi, di fronte all’impossibilità di tacere oltre, blindata e faziosa? Per le menzogne sui contenuti della sua legge, descritta come annullatrice di sprechi e protettrice di giovani, e che in favore dei giovani e contro gli sprechi non contiene nemmeno una parola? Per il fatto che da oggi anche nell’università impererà il precariato a norma di legge? Per l’aver potenzialmente trasformato gli atenei in teatrini mossi da burattinai interessati ad altro che alla ricerca ed alla formazione dei giovani? Per aver fatto diventare dei debitori delle banche i più poveri tra gli studenti? Per aver reso l’università italiana, se possibile, ancora meno attraente per chi vorrebbe entrarci, o volesse arrivare dall’estero? Per i nepotismi combattuti con una spada di cartone? Per la farsa offerta al paese da parlamentari impresentabili e grotteschi?

Anni fa siamo stati scippati della freschezza di una esortazione come “Forza Italia”, di cui si è appropriato un partito politico che ne ha fatto il proprio nome. Oggi siamo scippati della naturalezza di un gesto importante di cui viene travisato il significato. Domani saremo scippati di un futuro e di una vita migliori.

Buon Natale, Mariastella.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in gelmini, Protesta. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...